Visitando il nostro sito Web l'utente accetta che stiamo usando i cookie
per assicurare la migliore esperienza di navigazione.

Netflix

Categoria: Notizie
Pubblicato: Sabato, 24 Ottobre 2015

Netflix

Per guardare Film e Serie TV quando vuoi, dove vuoi.

 

Netflix è arrivata in Italia. Il 22 ottobre, il popolare servizio di streaming americano è sbarcato nella nostra penisola, offrendo agli utenti tricolori un canale alternativo (e in molti casi esclusivo) per guardare film, serie Tv, documentari e one-man show.

Tre le tariffe di abbonamento disponibili, distinte per qualità di streaming e numero di accessi in simultanea. Si parte con un'offerta "base" da 7,99 euro (contenuti in qualità standard da un solo dispositivo a scelta fra console, smart tv, tablet, pc, tv box e smartphone), si prosegue con una proposta "standard" da 9,99 euro (in Full HD e su due dispositivi a scelta) per arrivare a un piano "premium" da 11,99 euro (contenuti in 4K accessibili da quattro dispositivi diversi).


Funzionerà con smart-tv, lettori blu-ray e console giochi
Per accedere a Netflix sarà necessario - oltre all'abbonamento - un dispositivo che supporti gli standard trasmissivi del servizio. Ad oggi sono più di trecento i modelli di smart tv compatibile, ma in alternativa sarà possibile utilizzare una normale console gioco (Xbox, PlayStation, Nintendo Wii U), lettori Blu-Ray, box tv dedicati, Apple Tv, Chromecast oltre ai vari dispositivi mobili quali smartphone e tablet.


Resta ancora da capire quale sarà il ruolo degli operatori nella distribuzione del servizio. Vodafone e TIM saranno di sicuro nella partita, offrendo abbonamenti combinati (dati più contenuti), strumenti hardware per collegamento alla Tv (TIMVision) e sistemi di tariffazione integrati, ma non è chiaro se tutto questo si tradurrà anche in particolari formule scontate. "Abbiamo già sperimentato questa opzione in Francia, con Orange, e in Germania e UK con Vodafone", ha spiegato a Panorama.it Joris Evers, VP, Head of Emea Communications della società, sottolineando l'importanza e il valore della Rete per la customer satisfaction: "Per offrire la migliore esperienza possibile abbiamo bisogno di una connettività efficiente e dunque della collaborazione dei service provider. Più veloce è la connessione Internet, minore sarà il tempo d'attesa per vedere film e serie tv".


Tante serie Tv (soprattutto americane)
Ma cosa potranno vedere in concreto gli utenti italiani che si abboneranno a Netflix? Sulla carta un mix di film, serie Tv, documentari e one-man show di diverso tipo e per ogni età, dai thriller alle commedie, dai film d’azione ai fantasy e ai cartoni animati. Nei fatti, ci saranno soprattutto serie Tv americane: "Il 70% dei nostri utenti preferisce questo tipo di contenuti, forse perché sono più facili da fruire", spiega Evers che però precisa: "Le nostre selezioni a livello locale non sono comunque standard: stiamo cercando di capire cosa vogliono gli italiani, cosa guardano in tv, quali sono i dvd che noleggiano, in parola povere quali sono i loro gusti".


Non ci saranno, ad ogni modo, film a luci rosse, né tantomeno eventi sportivi o talent: "Il nostro focus restano le famiglie e gli utenti che vogliono vedere contenuti cinematografici", puntualizza il responsabile, svelando in anteprima i titoli delle cosiddette produzioni originali, le serie realizzate ad hoc per la piattaforma: Daredevil, Marco Polo, Bloodline, Unbreakable Kimmy Schmidt, Chef’s table, Sense 8, Narcos, solo per citare le principali.


È una strategia che risponde (anche) a precise esigenze di carattere commerciale, dal momento che i contenuti cinematografici sono spesso protetti da accordi di esclusiva. “A differenza di altri settori, come ad esempio la musica, i contenuti video non possono essere trasmessi su più piattaforme contemporaneamente. Il nostro obiettivo è comunque quello di acquisire il maggior numero di diritti per diventare una piattaforma davvero globale. Vogliamo che tutti i nostri iscritti, in tutte le nazioni, abbiano accesso ai nuovi titoli del catalogo Netflix nello stesso momento".

Facebook diventerà papà!

Categoria: Notizie
Pubblicato: Sabato, 01 Agosto 2015

(ANSA) - NEW YORK, 31 LUG - Mark Zuckerberg e sua moglie Priscilla Chan aspettano un figlio. Sara' una bambina.

Zuckenberg e moglie

Lo annuncia lo stesso fondatore di Facebook con un post sul social network, raccontando che la coppia stava provando ad aver un ''figlio da un paio di anni, durante i quali ci sono stati tre aborti''. ''Siamo molto emozionati e il nostro cane Beast non ha idea di quello che sta per accadere''.

''Questo sara' un nuovo capitolo nella nostra vita'', ha aggiunto.

 

Fiat Chrysler Auto possibile hackeraggio

Categoria: Notizie
Pubblicato: Sabato, 25 Luglio 2015

Fca ha deciso di richiamare dal mercato circa 1,4 milioni di veicoli per adottare misure di sicurezza contro il rischio di hackeraggio e manipolazioni dall'esterno alle vetture dotate di un determinato impianto radio. E' quanto riporta l'agenzia Bloomberg, spiegando che Fiat Chrysler ha evidenziato come non sia stato riscontrato alcun difetto e che la campagna di ritiri sta avvenendo per "un eccesso di cautela". 

FCA

Fca sta già distribuendo software di protezione, in risposta alla notizia pubblicata dal magazine Wired secondo la quale un programmatore di software che è riuscito a prendere il controllo di una Jeep Cherokee su un'autostrada del Missouri.

La compagnia ha dichiarato di aver bloccato l'accesso remoto non autorizzato ad alcuni veicoli con un update pubblicato oggi. Il richiamo, spiega Bloomberg, riguarda circa un milione di veicoli in più rispetto a quelli inizialmente identificati fra quelli che necessitavano di un update del software. Fra questi, le versioni 2015 dei pickup Ram, Jeep Cherokee e Grand Cherokee Suv, Dodge Challenger e Viper.

 

Plutone

Categoria: Notizie
Pubblicato: Sabato, 18 Luglio 2015

plutone-new

Plutone è stato fotografato il 14 luglio alle 14 (ora italiana) per la prima volta a una distanza ravvicinata grazie alla sonda spaziale New Horizons della NASA, partita più di nove anni fa dalla Terra proprio per raggiungere il pianeta nano del nostro sistema solare che si trova a circa 4,8 miliardi di chilometri da noi. Grazie alle fotografie e alle altre rilevazioni compiute da New Horizons, gli astronomi potranno comprendere meglio le caratteristiche e la storia di Plutone, corpo celeste di cui sono note poche cose anche a causa della sua posizione piuttosto remota e defilata. Nelle ultime settimane New Horizons ha già scattato alcune fotografie di Plutone nella sua fase di avvicinamento, permettendo tra le altre cose di calcolarne con più precisione le dimensioni. La NASA ha diffuso una immagine del pianeta nano scattata nell’ultima fase di avvicinamento della sonda, nelle prossime ore ne saranno pubblicate di nuove, ancora più dettagliate.

Francia, diritto all'oblio globale

Categoria: Notizie
Pubblicato: Sabato, 13 Giugno 2015

Si torna a parlare di diritto all’oblio, ora che il meccanismo per la gestire le richieste di rimozione dalle SERP da parte dei cittadini europei sembra essere stato avviato a pieno regime. La Francia, attraverso una richiesta formale inoltrata a Google da parte di CNIL (Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés), chiede che gli effetti delle cancellazioni siano estese a tutte le versioni del motore di ricerca (ad esempio google.com) e non solamente a quelle operative nel vecchio continente (google.it, google.fr, google.de e così via).

Diritto all'oblio

L’autorità d’oltralpe, impegnata nella difesa della privacy e nella tutela dei dati personali, concede al motore di ricerca un massimo di 15 giorni per attuare il cambiamento, minacciando altrimenti la possibilità di incorrere in sanzioni dall’importo massimo comunque limitato a 150.000 dollari. Sulla stessa linea si sono espressi in passato anche l’ex Ministro della Giustizia tedesco Sabine Leutheusser-Schnarrenberger e l’Article 29 Working Party. Il CNIL vuole imporre dunque che, in seguito all’accettazione di una richiesta di eliminazione dalle pagine dei risultati, la deindicizzazione avvenga anche sulle versioni del motore di ricerca raggiungibili al di fuori del territorio europeo.

In accordo con il giudizio della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, CNIL considera che per rendere effettiva l’ordinanza la cancellazione debba essere applicata a tutte le estensioni del motore di ricerca, poiché il servizio messo a disposizione dalla ricerca di Google costituisce un unico processo.

La replica di Google non si è fatta attendere ed è stata affidata da un portavoce alle pagine di Reuters.

Abbiamo lavorato duramente per trovare il giusto equilibrio nell’implementazione della decisione presa dalla Corte Europea, collaborando a stretto contatto con le autorità attive nella tutela dei dati personali. La decisione si focalizza sui servizi diretti agli utenti europei e questo è l’approccio che stiamo adottando nel rispettarla.

In altre parole, il motore di ricerca ribadisce il proprio impegno nel rispettare quanto imposto dall’Europa, ma limitando l’azione del diritto all’oblio entro i confini continentali. Se ne riparlerà tra due settimane, quando giungerà al termine il periodo concesso dall’autorità francese per introdurre il cambiamento richiesto.

Sottocategorie

  • Sport

    Sport per Tutti

    Conteggio articoli:
    53
    • Calcio

      Calcio news

      Conteggio articoli:
      9
  • Notizie dal web

    Seleziona un articolo da leggere

    Conteggio articoli:
    30
  • Curiosità

    Curiosità dal web

    Conteggio articoli:
    48