Visitando il nostro sito Web l'utente accetta che stiamo usando i cookie
per assicurare la migliore esperienza di navigazione.

Ecco perchè la Madonna piangeva

Categoria principale: ROOT Categoria: Notizie Creato: Giovedì, 05 Novembre 2015 Pubblicato: Giovedì, 05 Novembre 2015

CASERTA - «Un segno naturale». Pioggia, per l’esattezza. L’abate curato della chiesa abaziale di San Martino Vescovo, Rosario Ventriglia, ha chiarito il mistero della lacrimazione della madonnina di Macerata.

Madonnina piangente

In un post su Facebook, ieri pomeriggio, il parroco ha rivelato il contenuto di una conversazione telefonica avuta con il titolare del laboratorio che ha realizzato la statua, Giuliano Landi. «Il fenomeno – riferisce don Rosario – sarebbe dovuto all’infiltrazione dell’acqua piovana nella struttura di vetroresina, vuota all’interno, poi fuoriuscita da un forellino creatosi all’altezza dell’occhio destro, nella stuccatura che fissa il cristallo». Per quanto riguarda le mani, «essendo state unite in un secondo tempo – ha aggiunto –, con il calore del sole la resina potrebbe essersi deformata fino a provocarne il distacco».

Evento, peraltro, già accaduto in un’altra parrocchia, qualche tempo fa. «In ogni caso – ha concluso don Rosario – attraverso questo «segno naturale» abbiamo avvertito la vicinanza di Maria».

Visite: 3243

Tutte le Categorie per Tutti