Visitando il nostro sito Web l'utente accetta che stiamo usando i cookie
per assicurare la migliore esperienza di navigazione.

F1 2017 Mercedes e Ferrari

Categoria principale: Notizie Categoria: Sport Creato: Sabato, 21 Gennaio 2017 Pubblicato: Sabato, 21 Gennaio 2017
Novità Ferrari e Mercedes per il 2017
 
La sospensione anteriore della Mercedes, alloggiata nel tanto chiaccherato telaio che a detta di molti non rispetta il regolamento tecnico, cosa non propriamente vera.
 
Sospensioni Mercedes
Non voglio dilungarmi troppo in una nuova spiegazione del perchè la soluzione della Mercedes è tecnicamente REGOLARE, ma vorrei solamente mostrarvi, grazie all'immagine confronto in alto, le differenze che esistono in quella zona tra le soluzioni telaistiche di Mercedes (VERDE) e Ferrari (ROSSO). La soluzione pensata dal Team italiano è la più tradizionale ed è quella utilizzata dalla maggior parte dei Team di Formula 1 sulle loro vetture 2016; soluzione che rispetta alla lettera il regolamento tecnico come eticamente dovrebbero far tutti i Team. Ma in Formula 1 come in molti altri campi bisogna solo vincere (Marchionne dovrebbe capire che in F1 un solo Team vince, non si parla di fatturati che aumentano per TOT case automobilistiche, tutte quindi con una loro fetta di vittoria "annuale") una squadra vince, e l'etica "tecnica" viene quindi messa da parte per studiare soluzioni geniali come quella pensata dal Team tedesco. La soluzione Mercedes che solo RedBull è anche riuscita a pensare durante l'inverno scorso, porta invece con sè lo scalino per poter far spazio ad una sospensione più complicata della classica soluzione a molla con azionamento idraulico. Una sospensione completamente idraulica che nasconde il vero e proprio elemento elastico (caricato d'azoto) nella parte bassa della pancia destra e che permette alla Mercedes di copiare perfettamente le asperità dell'asfalto, nonchè massimizzare lo sfruttamento dei cordoli senza perdere troppo tempo.
Ma non è una soluzione miracolosa, poichè dalle informazioni raccolte da FUnoAnalisiTecnica garantirebbe un vantaggio di "soli" 1-2 decimi al giro in base al circuito su cui si corre. Ma se quei decimi si pensano sommati ai 2-3 di Power Unit (15 CV tra Mercedes e Ferrari riguardo alle due cavallerie massime), ad altri decimi (ci dicono) importanti dati dalla sospensione posteriore (completamente idraulica come l'anteriore e con un layout non cosi convenzionale come si potrebbe pensare) potete capire come il vantaggio della W07 arriva facilmente al mezzo secondo al giro sulla SF16-H. Come è quindi facile capire, Mercedes sta dominando perchè ha la vettura più competitiva, con le migliori soluzioni in tutte le aree della monoposto, non vince solo perchè ha una Power Unit potente o molto "elastica" (questo lo si poteva pensare nel 2014..), vince perchè ha una efficienza aerodinamica pazzesca (da qui ne derivano i problemi quando i due piloti guidano in aria sporca) e perchè il telaio e la meccanica garantiscono una finestra di funzionamento degli pneumatici molto larga (il contrario di Ferrari).
 
Tornando alla particolare soluzioni utilizzata dal Team tedesco all'avantreno, dalle ultimissime notizie raccolte da FUnoAnalisiTecnica, Ferrari si è accorta della soluzione borderline Mercedes appena prima della metà campionato e dopo una attenta analisi della soluzione, solo nel post Gran Premio d'Italia ha presentato una richiesta formale di chiarimento tecnico alla FIA. Questo non tanto per chiedere una squalifica del Team tedesco ma per capire come comportarsi sul progetto 2017, un piano di lavoro che come già detto più volte su queste pagine è in ritardo rispetto ai due principali rivali (Mercedes e RedBull) del Team italiano nel prossimo anno.
 
Ritardo che potrebbe subire un ulteriore rialzo visto che Ferrari starebbe pensando di rivedere completamente sia il disegno del proprio telaio (anche grazie all'aiuto di Dallara) che i cinematismi della sospensione posteriore, cercando di copiare quindi sia la soluzione all'anteriore Mercedes che quella grande soluzione utilizzata da RedBull al posteriore: soluzione che come ho scritto già molte settimane fa all'interno di una Review Tecnica (GP Silverstone) permette di far "stallare" il diffusore quindi incrementare le velocità di punta sul dritto (il posteriore abbassandosi riduce automaticamente l'incidenza delle ali e el corpo vettura) senza perdere carico aerodinamico nel lento e sfruttando l'elevato rake nei curvoni veloci per generare tanto carico aerodinamico dal corpo vettura. Sempre parlando di Ferrari, al Team di FUnoAnalisiTecnica non risulta che Ferrari abbia deciso di tornare alla tanto criticata sospensione pull rod anteriore che ha creato non pochi problemi soprattutto a Kimi Raikkonen.
 
 
Visite: 934

Tutte le Categorie per Tutti