Visitando il nostro sito Web l'utente accetta che stiamo usando i cookie
per assicurare la migliore esperienza di navigazione.

24 Ore di Daytona 2014

Categoria principale: Notizie Categoria: Sport Creato: Martedì, 28 Gennaio 2014 Pubblicato: Martedì, 28 Gennaio 2014

27 gennaio 2014 – 24 ore di Daytona 2014 nel segno del team ActionExpress che piazza le sue due vetture al primo e terzo posto. Piazza d’onore per l’italiano Max Angelelli ed il team Taylor. Fuori le due vetture del team Ganassi.

La prima tappa della nuova era dell’endurance a stelle e strisce è andata in archivio con la 24 ore di Daytona 2014. La gara della Florida, tappa di apertura del nuovo United SportsCar Championship, ha visto imporsi nuovamente i Daytona Prototype che animavano la Grand-am, mentre i prototipi LMP2 di derivazione Le Mans hanno dovuto inseguire.

I Vincitori della 24 Ore di Daytona 2014

La vittoria finale è andata al team ActionExpress, capace di piazzare le sue due vetture sul podio con la vittoria di Joao Barbosa, Christian Fittipaldi e Sebastien Bourdais, ed il terzo posto di Frisselle/Frisselle/Martin/Giroix. Nonostante un finale davvero entusiasmante, con solo un secondo e mezzo a dividere i vincitori dai secondi classificati, la vittoria è nuovamente sfuggita all’italiano Max Angelelli che correva con il team della famiglia Taylor. Il primo prototipo LMP2 è l’Oreca del team Muscle Milk (Pickett racing, ndr), quinto assoluto.

Bella vittoria nella categoria GTLeMans della Porsche 911 del team Core autosport guidata dagli ufficiali Nick Tandy, Richard Lietz e Patrick Pilet, impostisi per pochi secondi sulla BMW Z4 di Auberlen/Priaulx/Hand/Martin e gestita dal team Rahal-Letterman. Caos invece nella categoria GTDaytona, dove la Ferrari vincitrice del team Level5 è stata dapprima penalizzata per un contatto mai avvenuto nelle ultimissime fasi di gara con l’Audi del Fying Lyzard, poi riportata al secondo posto. La vittoria in GTD va dunque all’italiano Alessandro Pierguidi in equipaggio con Townsend Bell, Scott Tucker, Bill sweedler e Jeff Segal.

Ricordiamo il pauroso incidente che a tre ore dall’inizio della corsa ha tolto di scena la Ferrari del team Risi, guidata in quel momento da Matteo Malucelli – già dimesso dall’ospedale – e la Corvette DP del Team Gainsco guidata da Memo Gidley (di cui leggete a parte). Per l’americano, invece, diverse operazioni chirurgiche per ridurre le fratture agli arti sinistri rimediate nel violento schianto.

24h Daytona, Gara - CLASSIFICHE

P (top five)

  • 1. Barbosa/Fittipaldi/Bourdais – Corvette ActionExpress – 695 giri
  • 2. Taylor/Angelelli/Taylor/Taylor – Corvette Taylor racing – 1.461
  • 3. Frisselle/Frisselle/Martin/Giroix – Corvette ActionExpress – 19.489
  • 4. Westbrook/Valiante/Rockenfeller – Corvette Spirit of Daytona – 2 giri
  • 5. Graf/Luhr/Brundle – Oreca Muscle Milk – 3 giri

PC (topfive)

  • 9. Bennett/Gue/Braun/Wilkins – Oreca Core Autosport – 678 giri
  • 10. Potolicchio/Kimber-Smith/Marsal – Oreca Team 8star – 1 giro
  • 13. Ostella/Drissi/Matos/Casagrande/Campos – Oreca Performance Tech – 9 giri
  • 17. Montecalvo/Jeannette/Guasch/Cheng – Oreca Team PR1 – 16 giri
  • 24. Schultis/Lux/Van der Zande/Bird – Oreca Team Starworks – 19 giri

GTLM (top five)

  • 6. Tandy/Lietz/Pilet – Porsche 911 RSR Core Autosport – 679 giri
  • 7. Auberlen/Priaulx/Hand/Martin – BMW Z4 Team Rahal-Letterman – 2.842
  • 12. Farnbacher/Goossens/Hunter-Reay – Viper Team SRT – 4 giri
  • 14. Mueller/Edwards/Rahal/Werner – BMW Z4 Team Rahal-Letterman – 11 giri
  • 16. Gavin/Milner/Liddell – Corvette C7 Team Corvette – 13 giri

GTD (top five)

  • 18. Pierguidi/Bell/Sweedler/Segal/Tucker – Ferrari 458 Team Level5 – 662 giri
  • 19. Canache/Pumpelly/Pappas/Winkelhock – Audi R8 Team Flying Lyzard – 662 giri
  • 20. Snow/Heylen/Seefried – Porsche 911 Team snow – 662 giri
  • 21. Rotenberg/Zlobin/Mediani – Ferrari 458 Team SMP racing – 662 giri
  • 22. Neiman/Von Moltke/Latif/Albuquerque – Audi R8 Team Flying Lyzard – 663 giri
Visite: 1514

Tutte le Categorie per Tutti